Cresce il Mercato Libero dell’Energia

Cresce il Mercato Libero dell’Energia

Secondo l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, è in costante crescita il numero dei clienti che decidono di passare al mercato libero dell’energia elettrica.

Sono 4,3 milioni
le piccole e medie imprese (PMI) che, a fine 2018, sono passate al
mercato libero (ossia il 58% di utenze). Mentre per quanto riguarda le
utenze domestiche, le famiglie che hanno deciso di sottoscrivere
un’offerta del mercato liberalizzato, sono 13,5 milioni, che in percentuale si traducono in 46% di utenze con picchi superiori al 50% in determinate regioni italiane come l’Umbria, l’Emilia Romagna e il Piemonte.

Parallelamente cresce anche il numero delle società di vendita dell’energia elettrica attive (giunte a quota 554 unità, rispetto alle 507 del 2017) con 290 società che operano come semplici rivenditori.

Mercato libero: Cosa significa e perché conviene

A differenza del mercato tutelato dove i clienti possono sottoscrivere un’offerta per l’energia elettrica il cui prezzo è stabilito dall’Autorità ogni tre mesi, il mercato libero presenta una moltitudine di offerte dalle caratteristiche e condizioni economiche differenti.

Ad oggi, il mercato della luce e del gas è solo parzialmente liberalizzato. Il processo di liberalizzazione totale è iniziato con la legge 4 agosto 2017, n.124, la quale stabiliva inizialmente che il 1° luglio 2018 sarebbe terminato definitivamente il mercato di tutela del prezzo dell’energia garantita dall’ARERA.

L’approvazione
di un emendamento apportato al Disegno di Legge nei primi giorni del
2017, tuttavia, ha prolungato il mercato tutelato di un anno (luglio
2019) rispetto alla scadenza. A quel tempo, il Governo Gentiloni aveva
giustificato il rinvio come cautelativo.

Ad agosto 2018 è stata apportata una nuova modifica alla legge, voluta dal Governo Conte, che ha prorogato ancora di un anno (luglio 2020) la fine del mercato di tutela.

La chiusura di questa tipologia di mercato comporterà la piena liberalizzazione delle offerte luce e gas. In altre parole, l’Autorità non provvederà più alla definizione dei prezzi e delle condizioni economiche delle tariffe per la fornitura di energia elettrica e del gas, lasciando al cliente la possibilità di scegliere tra una più ampia gamma di costi e promozioni.

Questo
avviene, in parte, già oggi: i clienti possono decidere se continuare a
servirsi del mercato tutelato o passare al mercato libero, scelta
quest’ultima, che stando ai dati raccolti dell’Autorità nel 2018, hanno
fatto molti italiani.

I vantaggi

Il mercato libero, offre diversi vantaggi ai clienti che scelgono di sottoscrivere un’offerta, come avere tanti fornitori da poter scegliere: i consumatori possono agevolmente trovare la promozione che meglio possa adattarsi alle proprie esigenze. L’elevato numero di compagnie che popolano il mercato, numero che continua a crescere, ha portato i gestori a sviluppare politiche commerciali sempre più competitive e a proporre prezzi e condizioni economiche dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Inoltre, a differenza di quanto avviene nel mercato di tutela, i prezzi delle tariffe del servizio libero presentano spesso prezzi bloccati per 12 o 14 mesi: i costi, quindi, rimangono fissi per un determinato periodo di tempo cosicché il cliente può tenersi al sicuro dai rialzi del mercato elettrico.

Per quanto
concerne le caratteristiche delle tariffe e promozioni, nel mercato
libero, è possibile sottoscrivere contratti che prevedono diverse
offerte dual fuel (tariffe che permettono di avere un unico gestore sia per il gas che per la luce).

Infine, il grande vantaggio del mercato libero è quello di avere un maggior rapporto forniture-consumatore, importante soprattutto per il controllo della privacy e per altri servizi inerenti alla gestione delle procedure tecniche e burocratiche.

Come passare a un’offerta del mercato libero

Ricordiamo innanzitutto che il passaggio al mercato libero è gratuito e non comporta interruzioni del servizio.

Certo è che, muoversi tra le tante offerte e scegliere quella che meglio si adatta al proprio profilo, non è facile.

Ecco perché utilizzare il nostro servizio di consulenza per l’energia, può essere la soluzione ideale: dopo un primo check up gratuito, saremo in grado di individuare la soluzione migliore secondo il modello di consumo della vostra azienda. Un nostro consulente esperto del settore, vi accompagnerà dalle prime fasi della scelta dell’offerta, alla sottoscrizione del contratto, fino alla verifica periodica dei consumi e dei costi in fattura.

Digiprove sealCopyright protected by Digiprove © 2019
Condividi

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento